We use cookies to provide some features and experiences in QOSHE

More information  .  Close
Aa Aa Aa
- A +

La disabilità, la barbarie, la solidarietà Che qualcosa di bello accada

1 0 0
13.07.2019

Il bene non ama far rumore. Avanza lentamente, parla sottovoce, progetta ad ampio raggio ma si accontenta anche di piccoli risultati. Il bene cammina sulle gambe degli uomini. E gli uomini sono testardi, non si arrendono facilmente, quando trovano una strada interrotta, si mettono alla ricerca di un sentiero, un viottolo, una mulattiera per continuare a seminare il bene. La vita umana non è solo un bene immenso, è "il" bene per eccellenza. Sempre. Quando scoppia di giovinezza, di ricchezza, di salute, di buon umore e quando arranca per aggiungere all’attimo presente un minuto ancora.

Da sempre l’uomo si è posto domande alle quali ha saputo dare risposte appropriate; la domanda sul dolore, invece, pare proprio che, dopo essere stata investigata, continui a essere refrattaria. È dura, resistente, a volte finanche prepotente e cinica. Il dolore l’uomo non lo sconfiggerà mai. È suo dovere comprenderlo, attenuarlo, guarirlo quando può e rimanere umile quando si accorge che gli sfugge. Ma perché? Perché l’uomo è ricco, poliedrico, complesso. Mistero a se stesso. Una vera opera d’arte alla quale, purtroppo, si è troppo abituato per cui non sempre ne percepisce la bellezza, la grandezza, l’originalità. Un’opera d’arte........

© Avvenire