We use cookies to provide some features and experiences in QOSHE

More information  .  Close
Aa Aa Aa
- A +

Dopo Alessandria Con il cuore a lutto, oggi diciamo solo "grazie" ai Vigili del fuoco

1 3 0
06.11.2019

Fiori e candele accese davanti ai resti della cascina dove lunedì notte sono morti in servizio i tre vigili del fuoco Antonio Candido, Marco Triches e Matteo Gastaldo, mentre le condizioni del collega rimasto ferito, Roberto Borlengo, 31 anni, sono in miglioramento. Papa Francesco oggi ha pregato per i tre uomini, nel benedire, al termine dell'udienza, un nuovo automezzo che l'azienda tedesca Man Truck & Bus ha donato ai vigili del fuoco della Città del Vaticano.

Sul fronte delle indagini, il procuratore capo di Alessandria, Enrico Cieri, ha confermato che si procede per omicidio plurimo doloso "perché riteniamo che chi ha provocato la morte dei nostri eroi l'aveva messo in conto". Al momento il fascicolo d'indagine è aperto contro ignoti. È stato ascoltato il proprietario della cascina, che ha negato ci siano dissidi in famiglia. Resta da capire chi abbia lasciato le bombole di gas, gli inneschi e il timer che hanno causato l'esplosione.

Qui di seguito una riflessione di don Maurizio Patriciello.

Non conosciamo i vostri nomi, eppure siete sempre sulle nostre labbra. Vi chiamiamo, vi supplichiamo di fare presto, anche quando non ci sentite, non potreste sentirci, anche quando il telefono già è stato spento, o quando non riusciamo a raggiungerlo. Vi imploriamo. Davvero. Forse non lo sapete, o forse sì, lo potete facilmente immaginare. Nei........

© Avvenire