We use cookies to provide some features and experiences in QOSHE

More information  .  Close
Aa Aa Aa
- A +

Migrazioni Ma nessuna emergenza copre la disumanità

1 1 17
31.07.2020

Aumentano un po’ gli arrivi di persone in fuga dalle coste nordafricane, e subito in Italia si riparla di «emergenza sbarchi», in un circuito politico-mediatico che rilancia e rafforza la percezione di una grave minaccia incombente. La pandemia non ancora sconfitta offre un supplemento di risorse emotive che concorre alla costruzione di uno scenario ansiogeno che alimenta la richiesta di provvedimenti draconiani. Una volta definita la situazione in termini di assoluta emergenza, il governo sta rispondendo con misure ad alto impatto comunicativo, volte anzitutto a rassicurare la popolazione: ecco allora niente meno che l’invio dell’Esercito per presidiare i centri di accoglienza e l’allestimento di costose navi-quarantena per trattenere i migranti in mare, come se il solo contatto dei loro piedi con il suolo patrio avesse effetti contaminanti. Nel frattempo, lo smantellamento di gran parte degli hotspot e delle strutture di accoglienza ha di molto........

© Avvenire


Get it on Google Play