We use cookies to provide some features and experiences in QOSHE

More information  .  Close
Aa Aa Aa
- A +

Il punto Facciamo finire questa strage. Giornata per le vittime del lavoro

1 0 0
12.10.2019

Basta con le vittime del lavoro (Ansa)

Anche questa domenica, 13 ottobre, nella Giornata nazionale per le vittime del lavoro, ci si chiede perché aumentano i morti sul lavoro. Dovremmo chiederci perché non diminuiscono, come ci aspetteremmo in un Paese che fonda la propria democrazia sul lavoro, non sulla morte del lavoratore. Poco importa se siamo sotto o sopra i mille morti l’anno, è comunque strage ogni giorno: in Italia il lavoro uccide una persona ogni otto ore, ne ferisce una ogni 50 secondi. Il nostro Paese ha una strana memoria delle stragi, di quelle sul lavoro la memoria è ancora più corta. Ogni anno ricordiamo i 262 morti di Marcinelle, più della metà minatori italiani emigrati in Belgio, ma dimentichiamo che ogni tre mesi in Italia abbiamo un numero di morti pari a quelli di Marcinelle.

Non occorre e non è utile aumentare le pene, che peraltro si applicherebbero solo per il futuro. Basterebbe consentire l’applicazione delle normative in vigore da oltre 11 anni per prevenire prima che reprimere.
Gli infortuni non diminuiscono perché v’è la possibilità di sfuggire alle norme sulla prevenzione. Sono diminuiti invece........

© Avvenire