We use cookies to provide some features and experiences in QOSHE

More information  .  Close
Aa Aa Aa
- A +

Il crudele desiderio di Calogero

4 7 130
06.12.2018

Dall’atto di costituzione di parte civile a firma dell’avvocato Annalisa Petitto in difesa di Alfonso Cicero parte offesa processo Montante 22

«..Il 17.09.2015 CICERO si presentava spontaneamente ai magistrati della DDA di Caltanissetta denunciando diversi fatti delittuosi posti in essere dal MONTANTE CALOGERO e dagli esponenti di primo piano riconducibili al già citato. Il 18 settembre 2015 CICERO, appresa la notizia dalla stampa circa la sua nomina a Commissario Straordinario dell’IRSAP, e comprese le reali finalità sottese alla detta nomina, con una nota motivata e circostanziata, si dimetteva da presidente dell’IRSAP, da componente dell’ufficio di gabinetto dell’assessore alle attività produttive e, contestualmente, dichiarava di non accettare la nomina di Commissario Straordinario..
..Dal 17 settembre 2015 e dalle dimissioni del 18 settembre 2015, rese pubbliche anche alla stampa, e sino ai giorni nostri, si susseguivano una moltitudine di gravissime e pesantissime azioni ritorsive ai danni di CICERO tutte tese a distruggerlo nel suo ambito personale, morale, lavorativo ed economico, screditarlo, delegittimarlo ed isolarlo mediaticamente, in seno alle istituzioni ed in ambito giudiziario con la presentazione di numerose denunce palesemente false e calunniose…
Tale imponente e grave campagna ritorsiva, come si avrà modo di constatare negli stralci di atti che si vanno a riportare, e che rendono verità solo di alcune tra le molte ritorsioni subite dalla costituenda PARTE CIVILE, sono stati ideati e messi in atto dal MONTANTE con la complicità e la piena e supina disponibilità di tutti quei soggetti che direttamente o indirettamente a lui rispondevano e a lui facevano riferimento, tra i quali taluni imputati ed indagati nell’odierno procedimento…
Ed infine, ad estrema conferma della preordinata pianificazione, ideazione ed attuazione di tutte le più perverse strategie ritorsive ai danni di CICERO per distruggere ogni ambito della vita di questi, curate nel dettaglio dal MONTANTE e concretizzatesi attraverso l’azione dei suoi sodali di volta in volta ingaggiati per ruolo, funzione e finalità, si evidenzi il fine ultimo, brutale e criminale che sorregge, anima e stimola ogni iniziativa ritorsiva del MONTANTE contro il CICERO: indurlo a privarsi della sua stessa vita.
MONTANTE, nella conversazione ambientale nr.........

© La Repubblica