We use cookies to provide some features and experiences in QOSHE

More information  .  Close
Aa Aa Aa
- A +

Vivere nella paura sarebbe la vittoria del terrorismo

7 48 798
23.08.2017

Londra, 22 marzo: cinque morti. Stoccolma, 7 aprile: altri cinque morti. Manchester, 22 maggio: 22 morti. Ancora Londra, 3 giugno, stavolta sul London Bridge: otto morti. Barcellona, 17 agosto: 15 morti. Cinque attentati in Europa negli ultimi sei mesi, quasi tutti (tranne quello di Manchester) eseguiti utilizzando un furgone in affitto. È ancora sicuro viaggiare in Europa?

Naturalmente no. Ma nessun luogo è sicuro per vivere. Puoi essere ucciso da un veicolo guidato da qualcuno che non è un terrorista, o cadere dalle scale, o perfino affogare nella vasca da bagno. In realtà è molto più probabile morire per questi motivi che a causa di un attacco terroristico, a prescindere dal luogo del mondo in cui vivi. Ma in questi casi la tua morte non conquisterà le prime pagine dei giornali.

L’unico luogo al mondo in cui il terrorismo islamico è una minaccia reale per la vita delle persone è il Medio Oriente (incluso il Pakistan). In molti paesi a maggioranza musulmana è in corso una sorta di guerra civile tra i modernizzatori e i conservatori, e la minaccia terrorista per i comuni cittadini è dieci o venti volte superiore rispetto all’occidente. Ma anche in quelle aree il pericolo è nettamente minore di quanto sembri.

Ciò che fa apparire “enorme” la........

© Internazionale