We use cookies to provide some features and experiences in QOSHE

More information  .  Close
Aa Aa Aa
- A +

In Angola il nuovo presidente cambia tutto perché niente cambi

6 0 2
31.08.2017

In Angola si sta verificando un cambiamento storico. Questo paese di 28 milioni di abitanti, ricco di petrolio, situato sulla costa sudoccidentale dell’Africa, ha appena eletto J-Lo alla carica di presidente.

Il cambiamento in Angola è però anche molto limitato. Il nuovo presidente non è Jennifer Lopez (il che di sicuro sarebbe stato un cambiamento enorme). È João Lourenço, dagli anni settanta militante del Movimento popolare per la liberazione dell’Angola (Mpla), il partito al potere, generale dagli anni ottanta e di recente ministro della difesa. Oltretutto non sa cantare.

J-Lo sostituisce il settantacinquenne José Eduardo dos Santos, che è stato presidente negli ultimi 38 anni (il secondo presidente al mondo per la durata del suo mandato). C’è tuttavia da chiedersi quanto potere erediterà davvero dal presidente uscente, che ha approvato una nuova legge che proibisce al suo successore di cambiare i capi dell’esercito, della polizia o dei servizi di intelligence per otto anni. Dos Santos non vuole sorprese dopo il suo ritiro.

Chi controlla il paese
Di fatto è difficile dire che Dos Santos si stia davvero ritirando. Rimarrà a capo dell’Mpla, il partito ancora al potere; sua figlia Isabel (la donna più ricca dell’Africa) gestisce la compagnia petrolifera di stato; e uno dei suoi figli controlla il fondo di investimento........

© Internazionale