We use cookies to provide some features and experiences in QOSHE

More information  .  Close
Aa Aa Aa
- A +

Le parole uccise

0 0 0
17.01.2018

Una vera angustia di sguardo ha dimostrato il legalitario divieto di Facebook che ha imposto il silenzio alla madre del ragazzo morto, protesa a scrivere sul sito del figlio per non spezzarne il filo della vita. Erano le Parche, nel mondo antico, le tre terribili divinità preposte a tesserlo, attorcigliarlo e spezzarlo con le loro inesorabili forbici. Facebook si è assunto la trista funzione di falciatrice della terza parca, oscurando col sito la sacralità della scrittura, una........

© il Resto del Carlino