We use cookies to provide some features and experiences in QOSHE

More information  .  Close
Aa Aa Aa
- A +

Basta filtri politicamente corretti. È ora di...

1 2 205
13.01.2018

Il Santo Padre parla di loro. Venera le Veneri. Li offre come protagonisti al mondo della Fede persino nella messa di Natale e nella successiva del nuovo anno. Intravede in Gesù Cristo una sola guancia. La guancia della tolleranza, dell’accoglienza, della Misericordia. L’altra faccia dell’Altissimo, quella del timor di Dio, del Vangelo, della difesa della Casa, e della Chiesa, è buia. E troppo lontana dagli occhi del Pontefice.
La politica parla di loro. Li pone al centro dei propri desideri erotici, in un’estensione estetica senza fine
La società civile parla di loro. Gli organizza mostre, opere d’arte – come la recentissima Pietà di Fabio Viale, in cui la Vergine Maria non tiene più in braccio il Cristo, ma un migrante nudo, in carne e ossa -, premi, pensieri, concerti, squadre di calcio, corsi specifici, da quelli di Boxe, come a La Spezia, a quelli pre-parto, come in Friuli.

Ossessione istituzionale e ideologica. Che tacciano pure i popoli d’Europa, in queste frange confuse della storia, stretti nella sovranazionalità, spauriti dal terrorismo, confusi dalla liquidità del sesso, induriti dalla mancanza di Dio, abbrutiti dalla sparizione della Bellezza ai bordi delle strade, incancreniti dalla materia, dal tocco, dalla tangibilità.

Chiunque ne parla, chiunque li raffronta, li pone in statistiche, con la certezza, secondo la narrazione di questo mondo, che servano, come acqua agli assetati. Servano a dare un’iniezione di (s)fiducia alla genti europee, a farle rendere conto della propria grezza rozzezza, nell’essere ancora unite e legate a dei ritmi umanamente sostenibili, a dei suoni, a delle origini, a delle visioni. Annodati in una comunità, in una Tradizione che parla di loro e che li connette ai padri e ai contemporanei, finanche a loro stessi. Servono a rimpolpare genti, come quelle italiane, che non fanno più figli. Per i più arditi, addirittura, a pagare le pensioni, o ad insegnare civiltà all’università........

© Il Giornale