We use cookies to provide some features and experiences in QOSHE

More information  .  Close
Aa Aa Aa
- A +

Zanda dice che bisogna reintrodurre il finanziamento pubblico

1 8 93
12.07.2018

Roma. Il finanziamento pubblico ai partiti non esiste più, è stato abolito nel 2013 (decreto legge 149). E’ una delle tante versioni della decrescita infelice applicata alla politica. Luigi Zanda, senatore del Pd, già capogruppo a Palazzo Madama, pensa che la norma andrebbe rivista, perché “forme di finanziamento della politica insieme ad adeguate forme di pubblicità amministrativa figurano, con caratteristiche diverse, pressoché in tutti i paesi democratici”. Per questo ha appena depositato un disegno di legge per attuare l’articolo 49 della Costituzione (“Tutti i cittadini hanno diritto di associarsi liberamente in partiti per concorrere con metodo democratico a determinare la politica nazionale”) a partire da due questioni centrali.

La prima riguarda la trasparenza dei meccanismi di democraticità interni “di cui molti partiti e movimenti politici presenti sulla scena politica difettano in modo evidente”, dice Zanda. La seconda riguarda invece “il rimborso delle spese di base........

© Il Foglio