We use cookies to provide some features and experiences in QOSHE

More information  .  Close
Aa Aa Aa
- A +

Viva il Presepe

6 14 230
24.12.2017

Forse qualcosa si sta muovendo, forse l’angelo è riapparso ai pastori, forse il presepe sta tornando. Come se si stesse diffondendo (del tutto spontaneamente, non ricordo autorevoli interventi né ecclesiastici né laici in proposito) la consapevolezza che quello inventato da San Francesco a Greccio nel 1223 non è uno dei tanti simboli del Natale, è l’unico simbolo del Natale. E che Spelacchio, il triste albero piantato dall’amministrazione romana nella triste Piazza Venezia, può tranquillamente seccarsi siccome il destino degli abeti è morire e quello degli abeti strappati alle foreste è morire anzitempo: ci penserà il presepe a vivere per sempre.

La disputa albero-presepe è vecchia come la Befana, le motivazioni dei rispettivi schieramenti sono abbastanza note come pure quelle dei sincretisti che ritengono compatibili le due tradizioni. Quest’anno a favore del presepe ho trovato una motivazione nuova. L’albero è bello solo quando è bello ovvero grande, luminoso, ricco, tant’è vero che le........

© Il Foglio