We use cookies to provide some features and experiences in QOSHE

More information  .  Close
Aa Aa Aa
- A +

Guardare i figli, ricordare l'essenziale Semplicità di bambini

3 0 89
18.08.2018

Alcuni li vedi addormentati sulla schiena del padre, serenissimi. Altri prossimi al pianto cercano la madre, protesi da carrozzine e passeggini. D’estate tornano in scena i bambini. Più in scena, intendo, di quando tra clima rigido e asili o scuole si celano agli sguardi di noi viandanti e passeggeri. D’estate invece sono di nuovo protagonisti, figli di italiani e di turisti. Non di rado in situazioni simpatiche o al limite del grottesco. Ecco lì tre fratellini o cugini in fila su uno scalino a mangiare il gelato, là quell’altro semiriverso nel marsupio hi-tech della giovane madre turista, oppure là in fondo eccone un paio concentratissimi in un gioco che a noi potrebbe sembrare stupidissimo...

«Se non ritornerete come bambini...». Mi esplode come un lampo in mente l’invito evangelico, il suggerimento di Gesù. Che strano, questo suo invito a recuperare sempre un’infanzia in noi, per........

© Avvenire