We use cookies to provide some features and experiences in QOSHE

More information  .  Close
Aa Aa Aa
- A +

Che fare delle chiese dismesse? Un tema assai spinoso e divisivo

2 2 13
12.07.2018

Il vero tempio di Dio è il cuore dell'uomo. Su questo il Vangelo è chiarissimo e per i cristiani non ci sono dubbi. Quando Gesù si chiese se al suo ritorno avrebbe ritrovato la fede certo non si riferiva agli edifici religiosi. Ma anch'essi contano perchè della fede sono espressione. Frutto spesso di donazioni che rappresentano concretamente il senso che alcuni cristiani hanno dato alla loro vita. Certo si tratta molte volte di donativi di famiglie ricche, storicamente qualificabili come atti dimostrativi, se non anche atti di restituzione sociale, quindi di giustizia riparativa. Ma ci sono accanto ai lasciti dei ricchi e potenti innumerevoli "oboli della vedova", i risparmi cioè di persone anche non abbienti che hanno voluto contribuire magari solo con un mattone a edificare la chiesa della loro comunità.

Per questo in effetti Il tema degli edifici sacri è molto sentito anche dalla gente comune, che quella chiesa magari non la frequenta ma guai se qualcuno pensa di chiuderla o trasformarla in qualcosa d'altro. Un Convegno su questo tema è in programma per novembre, e nel presentarlo il neo presidente dell'Apsa e segretario uscente della Cei Nunzio Galantino ha riconosciuto che "nella Chiesa italiana è un tema molto sentito. "E se non lo sentiamo - ha ammesso - ce lo fanno sentire le tante proteste dei cittadini, o le richieste di valorizzazione, anche le più strane, che ci vengono proposte riguardo a edifici sacri non più utilizzati per la liturgia”.

“Che la Chiesa italiana abbia interesse e si impegna........

© agi